La Chiesa sorge nell'omonima piazza, ai piedi del colle di Sant'Elia, nel borgo che fu sede nel corso dell'Ottocento del Bagno Penale, la prima colonia penitenziale dell'Isola.

La parrocchia di San Bartolomeo, santo venerato a Barcellona, si presenta a navata unica e cappelle laterali.
Nel 1678 venne costruita, sul lato sinistro, una cappella ottagonale coperta da una cupola e decorata con gli stemmi della nobile famiglia Genoves.

Quì troviamo una struttura architettonica in legno dorato, risalente al Sei-Settecento, nella quale è collocata la statua lignea della Madonna di Trapani.   Un altro retablo è situato sull'altare maggiore e presenta il Martirio di San Bartolomeo, dipinto da Giovanni Mazzini, e i riquadri con il Padre Eterno, la Predicazione di San Giovanni Battista e il Miracolo della donna cananea.