Torre di San Pancrazio

Situata nel punto più alto del Castello, fu edificata agli inizi del XIV secolo nell’ ingresso nord. 
Iniziata nel 1305, su progetto dell'architetto Giovanni Capula, la costruzione richiese almeno due anni di lavori. 
Dopo aver conquistato Cagliari, nel 1326, gli aragonesi ne ricavarono, tra l'altro, l'alloggio di alti funzionari e, negli ultimi due piani del terrazzo, il magazzino vettovaglie.

In seguito, dopo varie vicissitudini, la torre perse la sua funzione originaria e venne trasformata in carcere, dove i detenuti vivevano in condizioni disumane.   Nel 1903 si decise di demolire parte degli edifici precedentemente utilizzati come carceri. Attualmente è caratterizzata dalle notevoli dimensioni e dall’ottimo stato di conservazione.

Si sviluppa su quattro piani e supera i 36 metri d’altezza.  Dalla sua sommità, ad oltre 130 metri sul livello del mare è possibile individuare tutte le navi presenti nel golfo,  da Pula a Villasimius, per un orizzonte superiore ai 60 km.